Nel 1898 ad Akron in Ohio il signor Frank Seilberling fonda l’azienda Goodyear.

Il nome venne scelto dal suo inventore, Charles Goodyear che inventò la gomma vulcanizzata.

Questo signore inventò e brevettò (nel 1839) il processo di gomma vulcanizzata, e addirittura nel 1844 vennero sperimentati i primi profilatici, con il nome di "rubbers".
La distribuzione degli stessi si realizza però solo nel 1920.

Si attribuisce addirittura il merito dell’invenzione dei guanti da sala operatoria al signor Goodyear, grazie alla richiesta di un chirurgo che voleva proteggere le mani ad una sua infermeria affetta da una grave allergia.

Da lì in poi tutti usarono per operazioni i guanti del signor Goodyear.

Sicuramente un precursore per il suo genere, il primo a credere che questo tipo di prodotto avrebbe rivoluzionato l’intero futuro del sistema di mobilità mondiale.

Presente nei maggiori circuiti mondiali sia di auto che di moto, Goodyear vanta innumerevoli vittorie, e titoli di ogni genere.

Visto l’enorme successo nel campo delle gomme, basti pensare che Goodyear vanta più di 80.000 dipendenti e ben 75 stabilimenti in tutti il mondo.

Visto l’enorme capacità di produrre cose in gomma, si decide di avviare una ricerca accurata anche nel mondo dell’abbigliamento da lavoro e antinfortunistica, fino ad arrivare agli anni 90 dove si avvia una lenta ma proficua ricerca nel mondo dell’abbigliamento Sportswear e Casual.

In Europa gestita dalla IMG oggi vanta molti negozi monomarca e molto collaborazioni tra le quali spicca senz’altro quella con la "Fiorentina".

New Point Spa, che con a capo l’imprenditrice Antonella Venturini inizia un processo di attualizzazione nel brand, da prodotto da lavoro a prodotto giornaliero.

Tutto questo attraverso un’attenzione allo stile comodo ma fashion.

Oggi in Italia vanta molti punti vendita che trattano il brand e lo vendono con risultati ottimi, visto che New Point Spa riesce a produrre prodotti belli, di alta qualità ma di assoluto risparmio economico.



Share